Caldo estivo sulla via del tramonto, ancora piogge e nuovo calo termico

Caldo estivo sulla via del tramonto, ancora piogge e nuovo calo termico

Al cospetto di un’estate caldissima, il timore, per i più, di un prosieguo sulla falsa riga appariva scontato: in realtà però, come abbiamo avuto modo di vedere anche nel recente passato, il clima non segue nessun schema preciso e ciò determina l’alternanza di fasi anche estremamente diverse fra loro; questo però non vuol dire che si assiste ad una compensazione: ciò che accade oggi non è il risultato di ciò che non è avvenuto ieri, si tratta semplicemente di variabilità climatica.

Il Settembre in corso mostra tutte le caratteristiche di una fase di rottura ben evidente col regime climatico estivo registrato nell’arco della quasi totalità dei tre mesi precedenti: si sono avute fasi di maltempo temporalesco sempre più importanti, la più intensa quella del weekend dell’8 – 10 c.m. che ha arrecato purtroppo, come abbiamo avuto modo di vedere, l’alluvione nel Livornese.

Una nuova fase di maltempo, stavolta più moderata, è in arrivo in queste ore a partire dalle regioni occidentali italiani: essa farà da apripista ad un nucleo d’aria molto fresca che scivolerà lungo tutte le regioni italiane a metà settimana, completando il calo termico che è già in atto in queste ore sulle regioni centro-settentrionali. E farà fresco, in alcuni casi in maniera consistente specie di primo mattino sulle pianure del nord e valli del centro con valori in molti casi al di sotto dei 10 gradi.

le anomalie delle temperature in Europa dal 1° Settembre ad oggi: è un mese piuttosto fresco sull’Europa centro-occidentale, come si denota dalla colorazione blu e risulterà ancora più fresco sull’Italia successivamente al calo termico atteso durante le prossime ore.

Tornando all’aspetto delle precipitazioni, piove già su Toscana ed Emilia Romagna e in maniera più sparsa sulle regioni di Nord-Est, in tarda serata e nottata le precipitazioni investiranno Lazio e Campania, coinvolgendo anche le aree interne del Centro e ancora Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige durante la giornata di domani, martedì 19 Settembre, come detto non si tratterà di precipitazioni particolarmente violente ma localmente, come sovente accade in questo periodo, non sono esclusi temporali intensi accompagnati da grandine e forti colpi di vento.

Al passaggio del fronte pertubato subentrerà con più decisione il calo termico atteso e i valori si porteranno di alcuni gradi al di sotto delle medie attese per il periodo specie sulle regioni centrali, anche in presenza del soleggiamento molto ampio. Ancora qualche pioggia è attesa fra le giornate di mercoledì 20 e giovedì 21 sopratutto sulle aree alpine e prealpine e sulle regioni centrali tirreniche ma in un contesto volto al miglioramento. A causa dei valori di temperature bassi in quota, nevicate non sono escluse a partire dai 1300-1500 metri sull’arco alpino e sopra i 1700-1900 metri sull’appennino centrale dove sussisterà occasione di rovesci.

le precipitazioni attese per questa notte e domani mattina sull’Italia, dalle ore 00 alle ore 12.

Da una lettura dei modelli matematici a medio-lungo termine non sembrano esserci i presupposti per il ritorno della stabilità estiva o del cosidetto “colpo di coda”, che è comunque caratteristica del mese in corso notoriamente ma che proprio quest’anno, dopo un’estate a dir poco rovente, manca. Un mese di Settembre clemente quindi, più simile a quelli di qualche nano fa e che sta regalando piogge importanti, anche superiori alla media ma che mancavano da troppo tempo, dopo il periodo di siccità eccezionale di quest’anno, che talvolta però, fanno paura nel senso opposto, come ci han raccontato drammaticamente i fatti di Livorno; Come ben sappiamo però, e ciò non va mai dimenticato, tali eventi ogni anno hanno sempre a che fare con ciò che riguarda il dissesto idrogeologico, oltre al fattore puramente meteorologico delle precipitazioni di portata eccezionale. Speriamo di non doverne più raccontare di queste tragedie, almeno durante questo autunno.

Discussione da utenti facebook

Inserire qui il commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!