Fronte freddo in transito su Settori orientali, determinerà intensi fenomeni, il punto della situazione. —

Fronte freddo in transito su Settori orientali, determinerà intensi fenomeni, il punto della situazione.

La situazione è in evoluzione, il sistema frontale preannunciato nella giornata di ieri dalla nottata ha gia dato i primi forti temporali su triveneto dove si sono registrati i primi importanti accumuli precipitativi. In queste ore il sistema seppur lentamente e più ad est del previsto sta iniziando a scivolare lungo le regioni adriatiche.

La situazione in atto è eloquiente la linea temporalesca è in lento movimento verso sud,  grazie al soleggiamento e alle condizioni ottimali al suolo troverà energia per rinvigorirsi e intensificare nuvolosità e fenomeni. Per le prossime ore si attendono ancora temporali su Emilia Romagna orientale, zone interne della Toscana, Marche, Umbria con fenomeni che via via diverranno più intensi assumendo anche carattere grandigeno.

Dal modello LAMMA si evince chiaramente l’intensità delle precipitazioni attese nelle prossime 24 ore, probabilmente potranno verificarsi locali alluvioni lampo (flash_flood) specie su zone pedemontane le quali risentiranno di effetto Stau, mentre sulle coste sono probabili eventi vorticosi questo grazie anche ad indici termodinamici favorevoli alla formazione di supercelle.

Durante il corso del pomeriggio i fenomeni si estenderanno anche alle regioni centrali adriatiche e di li verso Molise e Puglia settentrionale ove sono attesi i fenomeni più significativi tra il tardo pomeriggio e la sera.

Fenomeni previsti. Con aggiornamento ore 21

Sono attesi infatti temporali di forte intensità tra le 18 e le 24 tra Abruzzo, Molise e Puglia settentrionale con probabilità di formazione di supercelle capaci di innescare alluvioni lampo e/o fenomeni vorticosi limitati fino alla Puglia settentrionale, dalla tarda serata infatti i fenomeni potranno ridurre la loro intensità scendendo poi successivamente lugno la Puglia e interessando quindi il Barese con temporali di moderata intensità.

Discussione da utenti facebook

Inserire qui il commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!