Sabato, Domenica e Lunedì di forti temporali sull’Italia

Calato il sipario sull’estate caldissima, il mese di Settembre in corso era già stato preannunciato da un primo peggioramento del tempo e, in successione, varie fasi di stampo temporalesco si sono alternate sul Mediterraneo: la più importante però avrà luogo a cavallo fra il weekend prossimo e lunedì 11 che saranno caratterizzati dal transito di una vera e propria pertubazione che coinvolgerà prima le regioni settentrionali, poi quelle tirreniche e infine le estreme regioni meridionali. Siamo ancora in una fase di stampo tardo estivo, tant’è che le temperature, seppur imparagonabili a quelle registrate durante gli ultimi tre mesi, si mantengono ancora su livelli estivi, ed è proprio in questo periodo che si registrano – notoriamente – i temporali e i fenomeni precipitativi più violenti.

Questo, però non rappresenta lo “scotto da pagare” rispetto alla siccità, gravissima, di questi mesi, in quanto è possibile che sentirete dire, in questi giorni, che la pioggia in arrivo è la dimostrazione che poi tutto ciò che non è arrivato lo fa “tutto insieme” dopo: in realtà il clima non ha una “memoria” e anche il calore immagazzinato nei mari in questi mesi non necessariamente si trasforma in fenomeni super violenti o comunque più violenti rispetto a quelli seguenti estati meno calde. Ci aspettiamo comunque temporali intensi e ben distribuiti, vediamo come e in che modo:

Per la giornata di domani inanzitutto, Venerdì 8, ci aspettiamo ancora fenomeni, principalmente rovesci, sulle estreme regioni meridionali quindi su Calabria, Sicilia, Basilicata e Puglia in maniera sparsa e ancora, in mattinata, sulle aree centrali Appenniniche. Altrove tempo buono e giornata con clima caldo moderato.

PREVISIONE PER SABATO 9 SETTEMBRE:

le precipitazioni attese durante la giornata di Sabato 9 Settembre.

Dal primo mattino, ci aspettiamo rovesci e temporali intensi a partire dalla Liguria occidentale, basso Piemonte e su Alpi e Prealpi in genere. Dal pomeriggio, i fenomeni investiranno il Triveneto, Toscana e Sardegna, ma in generale, specie verso sera, non è esclusa possibilità di piogge su nessuna delle regioni settentrionali. Al Centro-Sud giornata di attesa ma con velature sempre più spesse verso sera, specie sulle regioni del versante Tirrenico, le temperature risulteranno in diminuzione al Nord a causa dei fenomeni e della copertura del cielo, stazionarie o in lieve uamento al Sud, generalmente comprese fra +22 e +28 gradi circa le massime, i venti aumenteranno di intensità dal pomeriggio, di provenienza meridionale.

PREVISIONE PER DOMENICA 10 SETTEMBRE:

le precipitazioni attese durante la giornata di Domenica 10 Settembre.

Sarà una giornata di maltempo, severo su alcune regioni: durante la notte il fronte temporalesco si sposterà sulle regioni centrali tirreniche, ci aspettiamo rovesci e temporali, intensi, su Sardegna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli fra notte e prime ore del mattino: durante il pomeriggio i fenomeni invensiteranno in maniera più intensa le aree centrali tirreniche, su bassa Toscana, Lazio e nord della Campania ci aspettiamo temporali accompagnati localmente da fenomeni grandigeni e forti colpi di venti. Precipitazioni saranno possibili, verso sera, anche su Abruzzo, Molise, Basilicata e Sicilia occidentale. Sul Nord-Ovest il tempo andrà rapidamente a migliorare, le temperature subiranno una diminuzione nelle zone dove i fenomeni risulteranno più intensi, è atteso però un momentaneo aumento termico sulle estreme regioni meridionali a causa dei venti di scirocco attesi.

PREVISIONE PER LUNEDI’ 11 SETTEMBRE:

Si andrà a formare un’area di bassa pressione sul Mediterraneo occidentale che durante la giornata risalità verso l’Italia meridionale, apportando un’ulteriore accentuazione della fase di maltempo su alcune regioni: ci aspettiamo temporali particolarmente intensi su Sardegna, Sicilia, Calabria, Basilicata, ancora su Campania e su Molise e Puglia, altrove subbentrerà un miglioramento del tempo con prevalenza di sole alternato a nubi che non produrranno fenomeni. In considerazione della distanza temporale, la localizazzione dei fenomeni temporaleschi più importanti potrà subire una modifica. Le temperature subiranno un’aumento nei valori massimi al Nord, in diminuzione ancora invece nelle aree dove le precipitazioni saranno particolarmente intense.

Discussione da utenti facebook

Inserire qui il commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!