Il gelo è prossimo all'italia, le previsioni del weekend

Il gelo è prossimo all’Italia, le previsioni del weekend

Abbiamo ampliamente annunciato i giorni scorsi (QUI) l’arrivo di una corposa ondata di gelo di matrice Artico-Continentale che dalla Russia settentrionale è pronta a scivolare fin verso la nostra penisola: l’immagine delle temperature in Europa di questa notte evidenzia il gran gelo in formazione sull’estremo nordest europeo ed è proprio da li che il freddo farà la voce grossa, apportando un sensibile calo termico a partire dalla serata di domani, Giovedì 5 Gennaio e per le successive 48-72 ore gelo e nevicate su pianure e coste di molte regioni peninsulari. Si tratterà di una delle ondate di gelo più intense degli ultimi anni per molte regioni italiane.

Durante la giornata odierna il blocco d’aria gelida si porterà da Russia e Scandinavia verso l’Europa centrale, dove per altro sono già in atto nevicate, su queste zone e sopratutto sui Balcani sono previste temperature molto basse accompagnate da furiosi blizzard nevosi. Sull’Italia giornata di attesa con tempo in miglioramento e clima ancora non particolarmente freddo, se si escludono le gelate in pianura e nelle valli di questa mattina.

Da domani l’afflusso d’aria gelida si addosserà alle Alpi, provocando un peggioramento delle condizioni meteo sulle creste alpine di confine (potranno esserci nevicate a ridosso) ma sopratutto dal pomeriggio e in tarda serata quando il tempo peggiorerà sulle regioni Adriatiche, al Sud e due isole maggiori con fenomeni sparsi e prime nevicate che col passare delle ore scenderanno rapidamente di quota portandosi già ai limiti del piano durante le prime ore di Venerdì 6 Gennaio. I venti soffieranno forti di Grecale e Tramontana su tutte le regioni e, come nelle attese, le temperature subiranno un crollo drastico con freddo intenso anche accentuato dai forti venti.

 

le nevicate attese in Italia dalle ore 12 del 5 Gennaio alle ore 00 del 6 Gennaio 2017.

PREVISIONE PER VENERDI’ 6 GENNAIO 2017:

Correnti d’aria gelida investiranno l’intero paese, sono previsti forti venti dai quadranti nordorientali sopratutto sulle regioni del versante Adriatico e al Sud. Tempo nel complesso soleggiato su gran parte del Nord e regioni Tirreniche, tempo instabile invece sulle restanti regioni con nevicate su coste e pianure di Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e a bassissima quota (200-300 metri) su Calabria, nord Sicilia e Sardegna orientale. In pomeriggio e in serata non sono esclusi sconfinamenti di episodi nevosi anche al di la della barriera Appenninica quindi sulle zone interne della Toscana, Umbria, Basso Lazio e Campania con qualche episodio nevoso che potrà raggiungere le aree costiere. Temperature in sensibile diminuzione con gelo intenso ovunque, valori al di sotto dello zero in pieno giorno al di sopra del limite della collina su tutte le regioni.

il flusso d’aria gelida visto con le temperature previste a 850hPa (1450 metri circa di altezza) durante il giorno dell’Epifania , il gelo intenso abbraccerà gran parte d’Europa.

PREVISIONE PER SABATO 7 GENNAIO 2017:

Il freddo raggiungerà la massima intensità attesa specie sulle regioni meridionali, al mattino gelo praticamente ovunque con temperature sottozero comprese fra -2 e -8 in Val Padana, sotto lungo tutta la fascia Adriatica e anche sulle regioni Tirreniche, comprese le aree costiere, nevicate saranno ancora in atto, abbondanti sia sulle zone interne che lungo i litorali adriatici, nevicate possibili questa volta anche lungo le coste di Calabria e Sicilia. Il sole invece prevarrà sulle restanti regioni centro-settentrionale anche se, come detto, il clima risulterà assai rigido. Soffieranno ancora forti venti di Grecale e Tramontana, le temperature subiranno un ulteriore lieve diminuzione specie al Sud.

il grande gelo previsto al suolo la mattina di Sabato 7 Gennaio.

PREVISIONE PER DOMENICA 8 GENNAIO 2017:

La massa d’aria gelida si allontanerà gradualmente verso levante, sono attese tuttavia ancora nevicate in pianura sulle regioni del Centro-Sud e lungo la fascia Jonica, di primo mattino ancora grande gelo su gran parte delle regioni con valori al di sotto dello zero specie nelle aree di pianura, dal pomeriggio aumento della nuvolosità ,anche se innocua, sulle regioni settentrionali. I venti tenderanno gradualmente ad attenuarsi a partire dalle regioni centrali e le temperature massime subiranno un lieve aumento, attestandosi comunque molto al di sotto delle medie del periodo, con clima assai freddo ancora.

 

Discussione da utenti facebook

Inserire qui il commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!